Le fasi della campagna vaccinale anti-COVID-19

Prima fase:
la vaccinazione sarà rivolta agli operatori del Servizio Sanitario Regionale e agli operatori ed ospiti delle Strutture Socio-Sanitarie territoriali (184.893 soggetti).

Seconda fase:
l’offerta vaccinale verrà estesa alla popolazione generale, secondo criterio anagrafico e di rischio specifico, in particolare a specifiche categorie individuate, tra cui i lavoratori dei servizi essenziali e i soggetti più fragili.

 

Come si svolgerà la prima fase della campagna?

Operatori ospedalieri e territoriali del Servizio Sanitario Regionale Pubblico e Privato:

Ogni Azienda Sanitaria attiverà i Punti di Vaccinazioni Ospedalieri e Territoriali.

Operatori ed ospiti delle Strutture Socio-Sanitarie territoriali:

Per le strutture residenziali l’attività di vaccinazione sarà garantita in loco dagli operatori della struttura stessa, supportati da personale afferente all’Azienda ULSS di riferimento.

Per tutte le strutture non residenziali (es. centri diurni, centri sollievo per anziani, disabili, salute mentale, dipendenze, ecc.) saranno individuate modalità organizzative ad hoc.

 

Come si svolgerà la seconda fase della campagna?

 

❖ Popolazione generale:

Le Aziende ULSS attiveranno sul territorio dei Centri di Vaccinazione di Popolazione (CVP), ovvero punti di vaccinazione all’interno dei quali sarà offerta la vaccinazione alla popolazione generale. Tali centri potranno effettuare la vaccinazione anche in modalità “drive-through”.

La popolazione verrà convocata dal Servizio di Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione territorialmente competente, che fornirà indicazioni su modalità e tempistiche per accedere ai punti vaccinali.

 

Scarica il PDF